giovedì 4 novembre 2010

Aiuta COOPI

CHI E’ IN COOPI CI METTE LA FACCIA

Diritti dei donatori di Coopi
1) Scegliere i progetti da sostenere: Poter indicare la destinazione del proprio contributo (progetto specifico, area di intervento).
2) Essere informati: Ricevere periodicamente rendiconti sulle attività e sull’utilizzo dei fondi con testimonianze dal campo, attraverso la newsletter, il sito web, il notiziario trimestrale “Coopi news”.
3) Modalità di aggiornamento: Scegliere la modalità con la quale essere aggiornati: giornalino periodico, newsletter, sito web.
4) Conoscere i risultati: Poter sapere, in ogni momento, l’andamento delle attività in corso ed i risultati raggiunti.
5) Tutela della persona: Essere destinatari di una comunicazione non lesiva della dignità della persona né aggressiva o colpevolizzante, ma che sia chiara, coinvolgente e rappresentativa della realtà descritta.
6) Verifica e controllo: Possibilità di prendere visione del bilancio di esercizio e, su richiesta, di riceverlo secondo la modalità preferita.
7) Certificazione: Ricevere periodico riscontro delle donazioni effettuate durante l’anno per usufruire dei benefici fiscali.
8 ) Filo diretto: Poter contattare in qualsiasi momento l’associazione, tramite l’ufficio preposto “Relazioni con i donatori”, per informazioni o richieste di materiale.
9) Privacy: Avere la garanzia che i propri dati siano tutelati in base alla normativa sulla Privacy vigente.
10) Partecipazione: Poter partecipare attivamente alla vita dell’associazione tramite suggerimenti e osservazioni.
Doveri di Coopi

1) Coopi si impegna a comunicare e condividere con i propri donatori i principi che ritiene fondamentali e che sono indicati nella propria Mission.
2) Coopi persegue la propria missione nel rispetto dei principi indicati ne La Carta dei Valori”.
3) Coopi riconosce come essenziale al raggiungimento della propria missione il contributo di ciascun donatore.
4) Coopi persegue l’efficacia e l’efficienza gestionale attraverso organi di governo così suddivisi: struttura decisionale, struttura operativa e società esterna di controllo. Questi garantiscono una corretta suddivisione delle responsabilità ed il perseguimento di una corretta e prudente amministrazione.
5) Coopi opera in maniera trasparente impegnandosi a redigere il bilancio e a renderlo pubblico sul proprio sito internet e pubblicarne un estratto sul notiziario “Coopi news”.

CARTA D’IDENTITA’

COOPI – Cooperazione internazionale è una Organizzazione Non Governativa (ONG), laica ed indipendente, che lotta contro ogni forma di povertà per migliorare il mondo.
Fondata a Milano nel 1965 da Vincenzo Barbieri (il padre del volontariato internazionale in Italia), COOPI è un'organizzazione riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri, che agisce per assistere le popolazioni in casi di emergenza (catastrofi e conflitti) e per favorire il loro sviluppo civile, economico e sociale.
L'associazione interviene in Africa, America Latina, Medio Oriente e Balcani attraverso progetti che integrano diversi settori: agricoltura, formazione, salute, acqua e igiene, servizi socio-economici, assistenza umanitaria, diritti umani, migrazioni.
Solo nel 2008, COOPI ha realizzato 185 progetti in 24 paesi del Sud del mondo, raggiungendo 4,5 milioni di beneficiari ed ha condotto 32 progetti di Sostegno a distanza in 6 paesi (Perù, Senegal, Sierra Leone, Repubblica Centrafricana, Etiopia e Uganda), aiutando 1.906 bambini e bambine.
COOPI è presente anche in Italia, attraverso le campagne di educazione allo sviluppo, sensibilizzazioni e raccolta fondi, l'impegno dei volontari (circa 300), la promozione del Master in Cooperazione allo sviluppo dell'Università di Pavia e la partecipazione, tra gli altri, a Link 2007 e AGIRE (Agenzia Italiana di Risposta alle Emergenze).
L'organizzazione è sostenuta da autorevoli fonti istituzionali, enti pubblici, fondazioni, aziende e cittadini (circa 20.000) - tra i principali finanziatori, spicca la Commissione Europea (Dipartimento per l’aiuto umanitario), di cui COOPI è partner.
Il bilancio 2008 ammonta a circa 35 milioni euro, di cui il 94% è stato impiegato negli interventi nel Sud del mondo e il 6% per finanziare la struttura.
COOPI ama definirsi una “ONG del fare” che si avvale della professionalità di 63 collaboratori in Italia, 161 espatriati e 1.355 operatori locali.
Dal 1965 ad oggi, ha raggiunto 50 paesi, realizzato 700 progetti di sviluppo ed emergenza, coinvolto 50.000 operatori locali, assicurando un beneficio diretto a 60.000.000 di persone.


IL TUO AIUTO FA LA DIFFERENZA!

Dona subito.
In Posta: c/c postale 990200 intestato a: COOPI – Cooperazione Internazionale –ONG ONLUS
In banca: c/c bancario 000000102369, Banca Popolare Etica – IBAN IT 06 R 05018 01600 000000102369
Online: collegandosi al sito www.coopi.org





La nostra missione
COOPI, vuole contribuire, attraverso l’impegno, la motivazione, la determinazione e la professionalità delle sue persone, allo sviluppo armonico e integrato delle comunità con cui coopera nei Paesi del Sud del mondo, nella consapevolezza che attraverso l’incontro e la collaborazione tra i popoli si possano concretamente perseguire gli ideali di uguaglianza e di giustizia, di progresso e di coesione sociale, per ottenere un miglior equilibrio tra Nord e Sud del mondo, tra aree sviluppate e aree depresse o in via di sviluppo.


carta dei valori
1_Solidarietà: COOPI vuole diffondere e affermare la cultura della solidarietà attraverso l'informazione e la sensibilizzazione per la difesa e il rispetto dei diritti fondamentali di tutti i popoli, così come previsto dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite.
2_Trasparenza: COOPI si impegna a gestire in modo efficiente i fondi raccolti e a renderne conto a tutti i suoi donatori, sia istituzionali che privati.
3_Neutralità: COOPI opera in totale indipendenza da interessi privati e in autonomia da politiche governative, mantenendo equidistanza sia da partiti politici che da confessioni religiose.
4_Partecipazione: COOPI coinvolge le istituzioni, le comunità, le associazioni e le organizzazioni locali per analizzare i problemi, individuare le soluzioni più adeguate nel rispetto delle culture, degli usi e dei costumi dei beneficiari.
5_Sostenibilità dell'intervento: COOPI realizza i suoi progetti valorizzando le strutture, le risorse economiche ed il personale locali, con l'obiettivo di un concreto e durevole sviluppo dei paesi in cui interviene.
6_Responsabilità: COOPI valuta costantemente l'efficacia dei propri interventi, verificando le qualità e le capacità dei partner locali al fine di assicurare l'autosostenibilità del progetto.  
7_Trasferimento di conoscenze: COOPI diffonde competenze affinché i beneficiari dei suoi interventi siano in grado di lavorare in completa autonomia e in modo indipendente.
8_Innovazione: COOPI persegue il continuo miglioramento delle proprie competenze, affinando metodi e strategie operative che siano in grado di attuare approcci innovativi e sempre più efficaci.
9_Rispetto delle diversità e Lotta alle discriminazioni: COOPI si adopera per la valorizzazione delle culture e delle differenze nella convinzione che ciò sia condizione fondamentale per il progresso.
10_Valorizzazione delle risorse umane: COOPI rispetta i diritti e tutela la sicurezza di tutti i propri collaboratori e volontari, riconoscendone l'operato professionale nel rispetto delle norme internazionali e del paese in cui lavorano.