giovedì 4 novembre 2010

IN & OUT Novembre di Devis Paganelli

L’opinione del tutto personale del Direttore Editoriale di Slide su locali, eventi, iniziative, programmi tv.


Fabrizio Corona e Lele Mora ( OUT )
Si erano tanto amati. Era solo una storia di sesso. In tutti i processi Corona è solo perseguitato, anche quando è stato preso con soldi falsi ( dice lui ). Lele Mora evade 12 milioni di euro, perché per amore voleva dare 2 milioni al fidanzatino Fabrizio. Corona va da Matrix a parlare di Lapo e si lascia sfuggire che secondo lui chi va a trans è malato. Oggi si scopre che la donna di Lele Mora si chiama Fabrizio Corona ( chi fa la parte della trans dei due? e chi è il malato? ). Sposini a Domenica In su Rai1, afferma che l’eventuale omosessualità di Fabrizio Corona, non dovrebbe finire su tutti i giornali in prima pagina, mentre Klaus Davi fa trasparire che alla gente interessa e comunque tale questione è uscita durante un interrogatorio in magistratura, quindi è giusto divulgare tale informazione. Mi chiedo, ma chi se ne frega di quello che fa Lele Mora con Fabrizio Corona sotto le coperte?

Nessuno. La Storia continua. ( IN )
Ricordate Nessuno? Ne abbiamo parlato diversi mesi fa proprio qui, su Slide. Ascoltammo questa voce, diffusa da un lettore dvd, in un locale di Riccione. Dopo varie ricerche arrivammo a Nessuno, nome d’arte di Guido, personaggio sicuramente particolare, scovato nell’entroterra riminese. Da quella nostra intervista, altri giornali sono poi riusciti a contattarlo, parlando di lui. Le cover di Nessuno, vengono trasmesse oggi in diverse radio, sia in quelle locali e anche in alcuni network. Siamo certi che sentiremo sempre più parlare di lui. Bravo Nessuno!


Chrome, il Browser di Google. ( IN )
Molti, per navigare su internet, utilizzano Internet Explorer ( che è preinstallato su Windows ). Qualche anno fa hanno diffuso Firefox, che in poco tempo ha ottenuto molti utilizzatori, in quanto è gratuito e sopratutto limiterebbe di molto, le minacce da virus mentre si naviga. Explorer sembra ancora oggi, uno di quei browser pieni di falle e quindi in tanto lo stanno abbandonando. Google ha lanciato Chrome, un nuovo browser che io personalmente ho scaricato gratis. Lo utilizzo da diversi mesi e ho notato, un aumento di velocità nello scaricare pagine, con il quasi azzeramento di miniacce infilate nel pc. E’ possibile scaricarlo, anche in italiano su www.google.com/chrome .

L’Espresso ( OUT )
Come accade spesso, ho acquistato tutti i giornali usciti in edicola, nel settore della cronaca e dell’informazione. Sempre di più L’Espresso, mi pare essere un giornale di partito. Non solo, sembra l’organo ufficiale di lotta contro Berlusconi e di tutto ciò che ruota intorno a questo personaggio. Sinceramente vedo il giornale, non totalmente pidiessino però. L’opinione è che somigli più al quotidiano L’Unità, con l’aggiunta di molto più colore. Considerando quindi che il partito comunista non esiste più ( anche se metaforicamente qualcuno in mezzo alla foresta, con elmetto e fucile carico, da anni crede di essere ancora in guerra ), sarei curioso di capire, in questo periodo di crisi nella stampa canonica, come sopravvive questo L’Espresso.

Ikea Food ( IN )
Non entro nel merito della qualità IKEA nel settore arredamento. Io so solo che in passato, ho montato alcuni mobili e mi sono divertito con la famiglia. Li avrò montati male e quindi la breve vita quello che acquistati, sarà stata colpa mia. Mi volevo invece soffermare sul rapporto qualità/prezzo dei piatti offerti nell’Ikea Food, il servizio Self Service all’interno dei centri IKEA. A prescindere sicuramente dal fatto che il servizio Ikea Food, è una strategia per tenere all’interno del centro, i clienti che poi acquisteranno mobili per la casa, devo constatare che verosimilmente si può fare discreta ristorazione a prezzi bassi, magari facendo conto di guadagnare sulla quantità e non rovinando il singolo cliente. Lo dico perché ho pranzato con cinque euro, quando di solito ne spendo venti per le stesse cose ad esempio in Autogrill ( e per quel che riguarda me, devo ammettere che ho mangiato meglio ad Ikea Food ). Esempi : Spaghetti biologici al pomodoro €.1,99; Fritto di gamberi e zucchine €.2,49; Polpette di carne con patate arrosto €.1,99.

Pronto Soccorso ( OUT )
Purtroppo in tanti avranno avuto la sfortuna, di dover capitare in un pronto soccorso ( sfortuna per il problema di doverci finire ). Immagino che molti sappiano che nel momento in cui arrivate, nel Triage ( il punto di prima accoglienza ), si smistano i pazienti, assegnando inoltre ad ogni singolo caso, un codice di emerenza ( bianco, verde, giallo, rosso ). Il codice bianco corrisponde a emergenza zero, mentre quello rosso è urgentissima. Spesso accade però che nel Triage non ci sia nessuno o che addirittura sia necessario fare la fila per essere sottoposti a controllo. A me è capitato addirittura di dover chiamare ad alta voce per reclamare la presenza di qualcuno. Quel qualcuno, senza nemmeno venirmi incontro, da lontano mi ha rispose “Si sieda la e quando siamo liberi arriviamo”. Una persona di fianco a me, attendeva di poter ricevere l’attribuzione di un codice di urgenza, mentre si lamentava contorcendosi sulla sedia. Il povero mio vicino di sedia, poteva anche morire in quel momento, sicuramente avrebbe ricevuto il codice di priorità, quando assegnare il “colore”, non sarebbe più servito a nulla. Il mio giudizio non è di tutti i pronto soccorso ovviamente, ma della mia esperienza, che per dovere di cronaca, preciso che è avvenuta nella provincia di Ravenna.