martedì 1 marzo 2011

Emilio Solfrizzi e il regista Eugenio Cappuccio ci raccontano il loro nuovo film.

Emilio Solfrizzi e il regista Eugenio Cappuccio ci raccontano il loro nuovo film.
Se sei così ti dico sì
con la partecipazione di Belèn Rodriguez.
a cura di Emanuele Rauco – Radiocinema.it per Slide Italia

Finirà per far parlare più di lei che del film stesso: Belén Rodriguez è una presenza che, la si ami o no, tende a riempire lo schermo e le pagine dei giornali. Perciò dopo cine-panettoni, spot televisivi, apparizioni e conduzioni in tv e chiacchierate storie d'amore, per la soubrette è arrivato il momento di recitare davvero: l'occasione gliela offre Eugenio Cappuccio, bravo regista di Volevo solo dormirle addosso che già con Fabio Volo di Uno su due aveva dimostrato capacità di trasformare icone mediatiche in attori di cinema.
La storia al centro del film vede Piero Cicala (Emilio Solfrizzi), cantante che negli anni '80 fece successo con una sola canzone e che ora fa il cuoco; gli si presenta una nuova grande occasione quando uno spettacolo televisivo revival gli chiede di partecipare. E qui incontra Talita (Belèn Rodriguez), avvenente showgirl ai primi passi nel mondo dello spettacolo: e Piero s'innamora.
Una commedia malinconica la cui sceneggiatura pare ispirata a un personaggio di Ti prendo e ti porta via di Ammanniti e che racconta il mondo dello spettacolo e le ripide scogliere del successo, riflettendo su come fama e oblio camminino fianco a fianco.

Che film sarà quello che troveremo nelle sale dall'11 marzo?
Cappuccio : Troverete sicuramente un viaggio molto divertente, dove Emilio, anche più che nei film precedenti ha dato una prova straordinaria. La prova, potrei dire. Perché cambia talmente tanto nel percorso di questo film che nessuno potrà dire che non è un uomo che si è dedicato anima e corpo a un'impresa. Lo ringrazio quindi per questo sacrificio durato 8 settimane in cui ogni volta che entrava sul set doveva diventare un altro e ci è riuscito divertendoci tutto molto.
Solfrizzi : Ti ringrazio per i complimenti ma devo fartene a mia volta, perché Piero Cicala è un personaggio che ogni attore si augura di incontrare almeno una volta nella vita, perché ti permette di lavorare sul tuo corpo e sulle trasformazioni come gli attori del cinema hollywoodiano. Comincio il film ingrassato, senza capelli e incanutito, un fallito giocatore e ubriacone che odia il suo passato e che deve tornare a essere ciò che è stato negli anni '80. E quindi si tinge i capelli, le parrucche, indossa vestiti improbabili deve tornare a dare tono ai muscoli ormai rilassati; cerca di tornare a vivere grazie anche all'incontro fortunato con una stella giovane che lo sfiora.

Come nasce questo film?
Cappuccio : Nasce da un soggetto di Antonio Avati che mi ha chiamato e mi ha proposto questa sua storia. Mi è piaciuto molto e l'ho trovata di grande attualità perché racconta, con la chiave della commedia, il maschio di oggi. E sono sicuro che questo sotto-testo saprà divertire il pubblico.

Immagino che parte del “sacrificio” di cui parlava prima il regista sia di aver lavorato con Belèn Rodriguez?
Solfrizzi : Sono molto grato infatti ai produttori Antonio e Pupi Avati per avermi messo accanto una bellezza come Belèn, che sono quasi sicuro sorprenderà il pubblico con una prestazione d'attrice. La vera difficoltà è stata di vestire ogni giorni complicati costumi fatti di calotte, parrucche, trucco di due ore e mezza al giorno. Fatiche che spero vengano ripagate con un bellissimo film.

SCHEDA DEL FILM
USCITA CINEMA: 11/03/2011
REGIA: Eugenio Cappuccio
ATTORI: Emilio Solfrizzi, Belen Rodriguez, Iaia Forte, Fabrizio Buompastore, Totò Onnis, Gaetano D'Amore, Salvatore Marino, Roberto De Francesco, Gianni Colajemma, Pinuccio Sinisi, Manuela Morabito, Francesca Faiella, Vito Cassano, Lucia Lanzolla, Vincenzo Grassi, Azzurra Martino, Marco Montingelli, Vito Lisi, Mario Canetti, Federico Rosati
Ruoli ed Interpreti
MONTAGGIO: Fabio Nunziata
PRODUZIONE: Duea Film
DISTRIBUZIONE: Medusa
GENERE: Commedia