martedì 26 marzo 2013

Striscia la Notizia : Un successo senza fine.



Antonio Ricci Re Mida Tv
Striscia la Notizia
Un successo senza fine.
di Tommaso Torri - Foto Archivio Striscia la Notizia


Nel corso dei suoi 25 anni di storia, Striscia la Notizia ha scritto la storia della televisione italiana e, grazie ai suoi servizi di denuncia portati avanti dai suoi inviati, il Tg satirico ha vinto innumerevoli battaglie diventando un punto fermo del panorama televisivo. Il 7 novembre del 1988 nasce Striscia la Notizia, che vede esordire nei panni di anchorman Ezio Greggio, storico e unico conduttore presente in tutte le 25 edizioni del tg satirico di Antonio Ricci. Ad affiancare il comico biellese, in quella prima stagione, c’era Gianfranco D’Angelo a riformare la coppia che, con Drive In, aveva riscosso un ottimo successo di pubblico. Nel corso degli anni sono state molte le coppie alternatesi alla conduzione del varietà di Canale 5, ma su tutte, la più longeva, la più divertente e quella di maggior successo, è formata da Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti, che esordiscono in tandem il 26 settembre del 1994. Nel novembre dello scorso anno, in occasione del 24esimo compleanno della trasmissione ideata da Antonio Ricci, è entrata a far parte del Guinness dei Primati come “più longevo programma televisivo satirico di informazione per numero di puntate”. Un successo che, nel febbraio di quest’anno, ha visto la trasmissione raggiungere l’importante traguardo di ascolti con una media di 7.803.000 telespettatori e con una share del 24.68%, surclassando la fortunatissima il competitor di Raiuno “Affari Tuoi” di oltre 1.600.000 spettatori. Quello stesso giorno, Striscia ha segnato un picco record di 10.165.000 spettatori, pari al 36.60% di share sul pubblico 15-64 anni.

Fin dagli esordi il Tg satirico ha rivoluzionato il panorama televisivo e non, e sviluppato uno stile d’intrattenimento, conduzione, inchiesta assolutamente originale, portando alla luce scena e retroscena della vita sociale, politico-economica e culturale del nostro Paese. Ecco alcuni degli scoop (in ordine cronologico) da non dimenticare.

SVELAMENTO VINCITORI DEL FESTIVAL DI SANREMO

3/3/1990

Con un annuncio clamoroso, Ezio Greggio e Raffaele Pisu rivelano pochi minuti prima che inizi la serata finale del “Festival di Sanremo” i nomi dei vincitori: primo posto ai Pooh, secondo a Toto Cutugno, terzo a Minghi e Mietta. Immediate le reazioni e le polemiche risentite dei responsabili della kermesse canora. Altro scoop nel 1996: grazie a una sorta di acrostico, Striscia lancia in anticipo la vittoria di Ron. Enzo Iacchetti annuncia che girerà un film “con Rosa Fumetto, Lino Banfi e Vince Tempesta”, un cast in verità alquanto strano. In effetti, leggendo di seguito i nomi di battesimo dei tre protagonisti, si ottiene la frase “RosaLino Vince”, cioè Ron, al secolo Rosalino Cellamare.

FUORI ONDA BUTTIGLIONE-TAJANI

25/11/1994

In attesa del collegamento con lo “Speciale Tg4”, il Segretario del PPI Rocco Buttiglione propone al portavoce di Forza Italia Antonio Tajani un’alleanza tra i loro partiti per le successive elezioni, con l’intenzione di spostare il Polo su posizioni più centriste e ridimensionare il peso di Alleanza Nazionale. Il servizio solleva una bufera politica. Secondo Berlusconi, la bassa frequenza di Striscia ha causato la caduta del suo primo governo.

GABIBBO-TERREMOTATI UMBRIA

6/10/1997

Il Gabibbo scopre nel deposito militare di Pizzighettone, in provincia di Cremona, svariati vagoni Copifer (convogli di pronto intervento ferroviario) composti da centinaia di moduli abitativi della Protezione Civile destinati alle popolazioni delle regioni terremotate, che giacciono abbandonati dal 1991.

CASO URANIO IMPOVERITO

3/2/1999

Striscia denuncia per prima i gravi rischi per la salute connessi all’esposizione all’uranio impoverito. Il Tg satirico dà voce ai militari gravemente ammalati in seguito al contatto con la sostanza radioattiva contenuta in alcuni armamenti utilizzati in missioni internazionali.

ELETTROSMOG DI RADIO VATICANA

Dal 19/4/2000

Jimmy Ghione documenta a Roma un grave caso di inquinamento da elettrosmog, di cui sarebbe responsabile Radio Vaticana, l’emittente della Santa Sede. Dalle oltre 50 antenne del Centro Trasmittente di Santa Maria di Galeria, infatti, verrebbero diffuse nell’etere onde elettromagnetiche molto più potenti di quelle consentite dalla legge, pericolose per la salute degli abitanti della zona.

CASO VANNA MARCHI

Dal 27/11/2001

Striscia smaschera la teleimbonitrice Vanna Marchi, sua figlia Stefania e il mago Do Nascimento grazie a Fosca Marcon, una telespettatrice vittima del “trio del sale”, che chiede l’intervento del Tg satirico. Dopo alcuni giorni, la Procura di Milano apre un’inchiesta per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa e all’estorsione.

PETYX A CORLEONE DA NINETTA BAGARELLA

4/12/2007

Stefania Petyx a Corleone tenta di incontrare Ninetta Bagarella e sotto la casa della moglie del boss di Cosa Nostra Totò Riina ricorda il danno arrecato ai siciliani dalla mafia. L’inviata col bassotto continua a occuparsi di vicende legate alla malavita organizzata. La sua inchiesta sulla destinazione data dal Comune di Palermo ai beni confiscati alla mafia, iniziata nella stagione 2009-2010, porta a un’incredibile scoperta: certuni sono stati concessi in gestione a personaggi collegati alla mafia, come Roberta Bontate, nipote di Stefano, boss di Cosa Nostra. Altri, destinati in origine a famiglie di poliziotti, sono stati invece occupati abusivamente.

FALSA BENEFICENZA – CASO EDOARDO COSTA

16/12/2008

Striscia individua delle ombre nell’attività dell’associazione C.I.A.K. (Construction Intelligence Association Kids – Onlus) dell’attore Edoardo Costa, che finanzia iniziative a favore dei bambini poveri del mondo. La Onlus, però, molto più interessata a promuovere l’immagine del suo fondatore, che a fare vera e propria beneficenza, avrebbe l’abitudine di sperperare in spese varie i fondi raccolti da donatori privati e sponsor, senza destinarli ai progetti sostenuti.

LO SKIPPER DEL SINDACO DI PALERMO

21/9/2009

Striscia denuncia un caso di assenteismo alla GESIP (Gestione Servizi Impianti Pubblici) di Palermo: un dipendente si assenta ripetutamente dal posto di lavoro per fare lo skipper sulla barca del Sindaco Diego Cammarata. La Procura di Palermo apre un’inchiesta, che si conclude con l’invio di un avviso di garanzia a Cammarata per truffa e abuso d’ufficio.

DOPING NEL MONDO DEL CICLISMO

Dal 2/11/2010

Alcuni ex ciclisti, tra cui Ruggero Torraco, denunciano l’ampia diffusione del doping e i rischi dovuti all’uso di sostanze stimolanti tra i professionisti, precisando che questi farmaci vengono somministrati anche a sportivi della categoria juniores. Ciò avviene con la compiacenza di “medici stregoni” (come il dott. Bianchi di Rimini, indagato da diverse Procure per il reato di somministrazione di sostanze pericolose per la salute e arrestato nel giugno 2011).

BUFALE DELL’AVVOCATO CANZONA

Dal 13/2/2012

Striscia mette in luce la superficialità con cui giornali e Tv hanno dato credito, senza opportune verifiche sulle fonti e sulla credibilità dei contenuti, alle bufale dell’avv. Giancinto Canzona, che ha portato alla ribalta delle cronache la storia inventata di una coppia di naufraghi della Costa Concordia, che avrebbe perso il figlio in arrivo a causa del disastro, e molte altre notizie false pubblicate dai media (come quelle del gatto milionario Tommasino e delle suore multate per eccesso di velocità).

MALTRATTAMENTI DEGLI ANIMALI

23/3/2012

L’inviato del Tg satirico Edoardo Stoppa mostra in esclusiva le raccapriccianti immagini del canile lager Green Hill di Montichiari, in provincia di Brescia, dove fino al luglio 2012, quando è stato posto sotto sequestro, venivano allevati Beagle per la sperimentazione.