Intervista a Norma, esclusa dalla ‘casa’ GRANDE FRATELLO 11 - Slide Free Press

Slide Free Press

#1 Free Press Network Magazine

martedì 1 febbraio 2011

Intervista a Norma, esclusa dalla ‘casa’ GRANDE FRATELLO 11


Il Grande Fratello apre le porte a Slide
Intervista a Norma, esclusa dalla ‘casa’
di Tommaso Torri - Slide Italia

Grande Fratello: chi lo odia e chi lo ama; chi organizza la propria vita in funzione delle dirette televisive e chi sceglie di seguire le irriverenti parodie della Gialappa’s Band; chi è in continua trepidazione per quanto accade nella casa più spiata d’Italia e chi spera, con un animo un po’ voyeur, di guardare dal buco della serratura catodica momenti sexy resi ancora più piccanti nell’immaginario collettivo dal fatto di essere consapevoli di “spiare”.

In televisione, si sa, tutto fa audience e, a ben guardare, la ricetta fortunata della trasmissione si basa su un format che ha fatto storia: qualche bella ragazza e, in tempi di par condicio, qualche bel ragazzo, amori che nascono e che muoiono, qualche spolverata di peperoncino per mantenere alta l’attenzione e tutto fila liscio nella migliore delle maniere.
E, se l’attenzione è mantenuta alta dalle ragazze che si aggirano nella casa in costume da bagno, in questo caso i telespettatori italiani sono svantaggiati nei confronti dei colleghi internazionali: amplessi da set hard, sfilate adamitiche, notti bollenti al cui confronto i reclusi nostrani sembrano innocenti cherubini. Altro che décolleté di Cristina Del Basso, perizoma di Marina La Rosa e love story lesbo chic di Veronica Ciardi e Sarah Nile, le edizioni straniere del Big Brother sono - dati alla mano - molto più osè. Dagli Usa al Sudamerica, dai paesi dell'Est al Nord Europa, le “case" d'oltre confine hanno sempre riservato scene vietate ai minori, con porno genuflessioni davanti alle telecamere o storiche perfomance onaniste. Insomma, mentre in Italia fa scandalo la doccia “vestita" di Norma, negli States gli spettatori del reality, in più di un'occasione, hanno assistito a vere e proprie scenette erotiche.
Il nudo, poi, specie nelle edizioni sudamericane, è ormai routine, tanto che chi fa la doccia, a differenza dei partecipanti nostrani, si guarda bene dall'usare il bikini.
Sembra proprio essere questa l’ossessione di chi segue il reality: cercare il momento piccante, approfondirlo in rete tra le migliaia di siti di pettegolezzi, per poi raccontarlo all’infinito agli amici del bar. Da programma televisivo, il Grande Fratello si è trasformato in questi 11 anni in un fenomeno mediatico che, nel bene o nel male, ha influenzato il modo di fare degli italiani creando, allo stesso tempo, una serie di personaggi apprezzati dal pubblico che, spesso e volentieri, si immedesima nelle loro storie facendo scattare quel meccanismo di emulazione in grado di affollare i casting della trasmissione.
Purtroppo durante la quarta puntata del Grande Fratello 11 abbiamo visto l’eliminazione della sensuale italo-congolese Norma Silvestri che, fin da subito, ha catturato l’attenzione dei maschietti non solo della casa ma, anche, del pubblico dato che lei è stata la prima concorrente a cimentarsi in una sexy doccia che è stata poi seguitissima anche dal popolo di Internet. L’ormai ex gieffina ci racconta ciò che ricorderà di questa esperienza spiegando che, tutto sommato, già si aspettava l’eliminazione perché era in nomination con Matteo Casnici e Pietro Titone, molto amati dal pubblico.

INTERVISTA A NORMA SILVESTRI

Norma, nonostante fin dall’inizio sei stata tra le favorite purtroppo sei dovuta uscire dal reality. Ti è dispiaciuto?
Molto perché non ho avuto il tempo per far vedere come sono in realtà e il mio forte carattere non è uscito allo scoperto; di me è venuta fuori una personalità debole che non mi rispecchia assolutamente ma, dentro la casa e con le telecamere puntate addosso 24 ore al giorno, è difficile comportarsi normalmente.

Dopo pochi giorni nella casa hai subito deliziato tutti con una doccia sexy destinata ad entrare negli annali della trasmissione: è questo il ricordo che rimarrà di te nella trasmissione?
Dati i pochi giorni che mi hanno visto reclusa credo di si ma, nonostante tutto, credo che per gli spettatori sia un bel ricordo e la cosa non mi dispiace però non credo che mi possano associare con le sexy ragazze che nel corso della storia del programma hanno abitato la casa. Oltretutto ho partecipato al reality da fidanzata e, quindi, non ho cercato di apparire come una femme fatale per non far fare delle figuracce al mio ragazzo e ai miei familiari.

Quindi è stato l’amore a tenerti a freno?
Se fossi stata single avrei sicuramente giocato un po’ di più ma non mi sarei spinta molto oltre anche perché dei ragazzi miei compagni di avventura, nonostante fossero tutti molto carini, non c’era nessuno che mi piacesse davvero. Sicuramente non mi sarei lanciata in una storia d’amore con loro e non avrei fatto sesso davanti alle telecamere come è poi successo quando me ne sono andata e, piano piano, si sono formate le coppie.

Qualche rimpianto?
Quando sono uscita mi sono resa conto di non aver saputo giocare come gli altri: mi sarei dovuta preparare meglio per questa avventura e forse sarei stata anche più “panterona”. Mentre ero dentro la casa, però, mi sono resa conto che in quella situazione inizi a dimenticarti di quello che c’è fuori e questo mi ha spaventato.

Prima di entrare nel reality hai avuto un passato nella night life come ballerina e cubista, questo ti ha aiutato?
L’aver lavorato nel mondo della notte è stato una buona occasione per essere più disinvolta nonostante io, per natura, sia una persona diffidente e riservata; il Grande Fratello mi ha aiutata a vincere la mia timidezza.

Se dovessi tornare indietro rifaresti il casting?
Sicuramente si e adesso, vendendo quello che succede nella casa dall’esterno, un po’ di rimpianti ci sono ma, in queste situazioni, non esiste una via di mezzo: o uscire e rivedere il mio ragazzo e i miei amici o rimanere dentro e combattere per vincere.

I tuoi progetti per il futuro?
Continuo a studiare e ad allenarmi per fare la ballerina e la cantante per far vedere a tutti i miei talenti e spero di poter avere successo in questi settori.

Già pronta anche per un calendario?
Non mi dispiacerebbe perché sto iniziando ad apprezzare il mio appeal che è emerso durante la mia permanenza nel gioco e se una persona ha questa qualità perché non sfruttarla?

Una domanda cattiva ci vuole: spesso ai telespettatori viene il sospetto che molte cose siano preparate dagli autori per far crescere gli ascolti. La tua sexy doccia era una di queste?
Sinceramente a me non mi ha mai detto nessuno come comportarmi durante il reality; posso capire che davanti alle telecamere quella doccia potrebbe essere stata interpretata male ma, in realtà, io sono una maniaca delle creme per il corpo, tanto che nella valigia mi ero portata una bella scorta, e in quella occasione mi sono comportata con grande naturalezza come se fossi nel bagno di casa mia.