ORRORI DI COMUNICAZIONE - Slide Free Press

Slide Free Press

#1 Free Press Network Magazine

domenica 15 maggio 2011

ORRORI DI COMUNICAZIONE

Giuseppe Maria Galliano
ORRORI DI COMUNICAZIONE
a cura di Giuseppe Maria Galliano
Consulente in comunicazione interpersonale e d’impresa

giuseppemariagalliano@gmail.com

“Quando la comunicazione, non solo, non aiuta nel far conoscere un prodotto, ma rende ridicolo il contenuto stesso della comunicazione. Quando l'informazione giornalistica deforma la realtà, per scopi non sempre nobili. Quando si usano i mezzi d'informazione in modo subdolo e di parte.”

Il riassunto di anni di ORRORI
Inizia con questo numero di Slide la mia rubrica di ORRORI ed ho ritenuto interessante raccogliere quelli che sono stati gli argomenti che hanno suscitato maggiore interesse ed indignazione. I post che seguono sono tratti dal mio blog ORRORI DI COMUNICAZIONE http://orroridicomunicazione.blogspot.com Invito ad inviarmi commenti e segnalazioni alla mia e-mail

Possibile che l’Italia possieda un universo femminile, di stitiche, incontinenti che necessitano del Bifidus Actis Regularis?
A vedere la programmazione pubblicitaria televisiva sembrerebbe proprio di sì.
Signore che necessitano di pannoloni assorbenti, per poter uscire con distinti signori cinquantenni che poi, avranno una amara sorpresa. Signorine che devono rinunciare ad una vita movimentata ed entusiasmante, per continue crisi di diarrea.
Altre splendide ragazze, che sono tristi, perché devono andare in vacanza e cambiare water, ad allora addio, defecazione mattutina. Stupende “ bellezze” che hanno bisogno del “ Bifidus Actis Regularirs “ (Che Dio ci assista se esiste per davvero).
Donne magre che devono sgonfiarsi perché si sentono “così”
“Patasnelle” che, a prescindere dal gioco di parole, devono infilarsi in spazi angusti per dimostrare come sono in forma.
E quanti altri esempi si potrebbero fare? Certo che se la realtà fosse così, ci sarebbe poco da stare allegri
Capisco, che il tutto sarà frutto, di attente analisi di mercato, ed individuazione dei bisogni desideri latenti, in precisi mercati obbiettivo, ma la comunicazione risulta fastidiosa e particolarmente degradante.
Ho molte amiche e di varie età; sinceramente nessuna di loro soffre dei sopra descritti disturbi con una frequenza da ricorrere a espedienti di “alta farmacologia”.
Povere donne se sono ridotte così.

Ma che brave ci sono riuscite ( le industrie farmaceutiche )
Nessuno ha creduto alla Bufala della Pandemia influenzale, prima suina e poi, con un nome da fantascienza ( vi ricordate il film Cassandra Crossing ?).
Ci ha creduto solo il Ministero della Sanità, che ha comprato, milioni di dosi da somministrare a noi poveri e “malatucci “ Italianucci, ( sento odore di milionucci)
Ma dove è la Pandemia? Perché una banale influenza, ammesso che sia reale e non pura esagerazione giornalistica, fa tanto paura? Il peggio che possa accadere: tre, salutari giorni di riposo a letto?
Forse, sotto- sotto c’è lo zampino del ministro ” acchiappa fannulloni ”che ha temuto milioni di imboscati, che avrebbero potuto marinare il lavoro, per curarsi la terribile e “ mortale” influenza.
Quando i media a gran voce diffondevano allarme, si palesavano, scenari terribili da milioni di contagiati, morti a gli angolo della strade, carette con cadaveri in decomposizione di Mazoniana memoria e donne ululanti che gridavano a gli untori.
Ma in realtà, avete conosciuto qualcuno che sia morto d 'influenza? Avete almeno conosciuto qualcuno che si è ammalato contagiato da cotanto temibile virus? Ed allora perché vogliono, prenderci in giro? Dove è finita L’aviaria? Doveva essere un flagello divino? E poi…nulla, assolutamente nulla.
Dove è finita la temutissima infezione dei suini ( poveri maialini )?
Tutte bugie, menzogne, prese per i fondelli? Ormai tutti lo abbiamo capito, ma non facciamo nulla, contro questa assurda situazione.
So che prima o poi mi oscureranno il Blog ed il gruppo su FB, in Italia funziona così?
Ma io non mi lascio vaccinare, il cervello, ed invito tutti nell’approfondire l’argomento e di scoprire le verità nascoste. Ma non era più semplice dire, che andavano finanziate le aziende farmaceutiche, per la ricerca e non comprare dei vaccini inutili, che saranno per fortuna non in modo obbligatorio, somministrati a noi poveri stupidi sudditi italici.
Meditate gente, meditate..come diceva un tempo il Renzo Nazionale. A proposito..chissà se Lui si vaccina.

Sul prossimo numero :
Diffidate da chi parla con gli Angeli, soprattutto se lo fa con la Balivo
Trovo indecente, scandaloso, ripugnante l’ultima moda di Saint-Tropez
Un sentito ringraziamento alle Iene