venerdì 2 luglio 2010

Editoriale di Antonio Franceschini su Slide 3 - Riccione Moda Italia

4 luglio 2010
Quando, nel 1991, nacque il Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti, si avviò l’impostazione di una formula di integrazione tra formazione scolastica e cultura d’impresa, che intendeva dare una risposta alla forte richiesta di competenza e creatività che allora veniva dalle imprese di un Made in Italy in costante sviluppo.
La scelta del luogo cadde su Riccione per il glamour che le appartiene e che molto si addice ad una manifestazione di moda, per il forte richiamo che la sua industria del divertimento ha sui giovani e che favorisce la genesi di espressioni di tendenza innovative. Indubbiamente si trattò della scelta ideale.
Eravamo i primi. Un’avanguardia di entusiasti, convinti del merito dell’iniziativa e decisi a coronare con successo quell’avventura. Il successo è stato raggiunto e si è consolidato, un’avventura ormai ventennale che continua in un contesto culturale ed economico fortemente cambiato e in veloce, velocissima evoluzione.
La globalizzazione ha scardinato le regole di mercato che conoscevamo e richiede alle imprese una pronta perspicacia e una flessibilità pressoché immediata. Ne consegue l’esigenza prioritaria di un sistema formativo fortemente integrato all’impresa, in grado di fornire un flusso di risorse professionalmente idonee ad appropriarsi e ad elaborare la ricerca e l’innovazione che sono indispensabili al mondo della moda. Nascono nuovi approcci, nuovi indirizzi, nuove tendenze culturali e di costume dove si intrecciano estetica etica ed ecologia. Moda e arte. Moda e design. Moda, design ed eco sostenibilità. Questi sono i tratti del nostro futuro. Necessitano nuove professionalità, ma risultano altrettanto indispensabili professionalità che posseggano e specializzino il saper fare della nostra tradizione artigiana, che ne sostengano la qualità, fondamento essenziale del Made in Italy. Se anche questo nostro brand di eccellenza nel mondo, pilastro della moda e simbolo del buon gusto, mai sinora posto in discussione, si trova oggi ad affrontare nuove e continue sfide, ci si può rendere conto di quanto sia determinante intervenire su questo fattore e con quanta oculatezza si debba operare.
CNA Federmoda già si è mossa in questa direzione ampliando la trama a suo tempo intessuta dal Concorso definendo la progettualità insita a RiccioneModaItalia-RicercaModaInnovazione.
Con la collaborazione del Comune di Riccione, che ne ha colto e condiviso l’obiettivo, si poi avviato “Riccione Preview”, sul tema il nuovo a tutto campo, che ha visto riuniti a Riccione ideatori creatori imprenditori giovani architetti e stilisti e giovani registi cinematografici, in una serie di mostre sfilate e convegni, dedicati alla moda al design all’eco sostenibile e al cinema. Per l’intera stagione primaverile Riccione e il suo territorio sono stati un punto di riferimento per chi opera nell’innovazione.
Abbiamo così impostato un’ampia discussione, ne sono usciti suggestioni e suggerimenti, nuove prospettive e nuove opportunità da seguire e da cogliere. Persisteremo su questa strada che riteniamo maestra e ineluttabile. Creare occasioni situazioni iniziative eventi che portino a imprenditori formatori e amministratori la consapevolezza del nuovo che viene avanti e di quanto serve alla manifattura della moda in termini di creazione di nuove tendenze, di sperimentazione materica, di strategia di comunicazione, di internazionalizzazione e di rispondenti profili professionali. Su questo imposteremo il nostro impegno e il nostro lavoro futuri.
Oggi, che RiccioneModaItalia arriva al suo ventesimo anniversario, considero doveroso ringraziare anzitutto quei colleghi e quegli amici che ci hanno spronato e sostenuto nel nostro intento.
Un ringraziamento particolare va agli stilisti e ai brand, testimonial importanti del Made in Italy, che con la loro partecipazione hanno dato lustro al Comitato di esperti nominati per selezionare i migliori concorrenti e scegliere i vincitori del Concorso.
CNA Federmoda e il Comune di Riccione, con la loro efficace collaborazione hanno reso la manifestazione un appuntamento annuale importante nell’ambito del fashion.
Un appuntamento che via via è stato animato da eventi spettacolari, convegni e incontri che hanno puntualmente riscosso grande attenzione e forte consenso.
RiccioneModaItalia-RicercaModaInnovazione ha portato a confronto molte esperienze formative del panorama internazionale, offrendo la passerella ad alcune delle principali scuole internazionali del settore, ha ospitato stelle di prima grandezza dello stilismo, ha rappresentato il lancio professionale per molti giovani, ha dato la possibilità a tante imprese di attingere a nuova linfa creativa.
Di tutto questo siamo orgogliosi .