venerdì 2 luglio 2010

Intervista a PAOLO GOVONI - Presidente CNA Emilia Romagna ( di Devis Paganelli )

4 luglio 2010
Presidente, a chi si rivolge Riccione Moda Italia?

Nel corso degli anni, Riccione Moda Italia si è sempre rivolta a un pubblico giovane e internazionale, per porsi come interlocutore e luogo di incontro tra i giovani creativi. CNA Emilia Romagna, fin dall’inizio ha sostenuto con impegno e determinazione questo progetto trovando in esso ampi e profondi contenuti sia per quei giovani che desiderano entrare nel mondo della moda che per le imprese, continuamente alla ricerca di nuova linfa creativa e partendo da questi presupposti la manifestazione si è evoluta.

Qual’è il segreto di questo successo?

Nel corso di questi 20 anni, gli eventi di Riccione Moda Italia si sono consolidati. Oggi possiamo affermare che RMI non rappresenta solo un punto di incontro tra giovani, scuole e aziende ma un vero e proprio attore di riferimento per tutti quelli che si occupano di moda nel senso più ampio del termine. Il suo sito internet permette l’interlocuzione tra un più ampio pubblico di appassionati che vogliono scambiarsi informazioni ed esperienze in questo settore. Non un semplice sito statico e istituzionale su Riccione Moda Italia, ma un portale interattivo della creatività giovanile dove, i ragazzi, possono incontrare esperti dei vari settori che rispondano alle loro domande e parlino di moda in tutti i suoi aspetti e sfaccettature. Insomma, Riccione Moda Italia è diventata anche una community virtuale a livello globale.

Quest’anno dal diciannove al venticinque luglio. Sette giorni di grandi appuntamenti a Riccione?

RMI è una manifestazione che vive tutto l’anno, attraverso un intenso e costante rapporto con le scuole italiane di ogni ordine e grado, con la realizzazione di conferenze, seminari e corsi appositamente messi a disposizione del sistema scolastico. Tutto questo con l’obiettivo di meglio strutturare il rapporto tra mondo dell’impresa e mondo dell’istruzione. La formazione continua, unitamente ai workshops dedicati ai finalisti, determinano l’unicità di RMI e dell’impegno di CNA Federmoda: sostenere il sistema delle piccole e medie imprese che operano nella moda, favorendo l’emergere di nuove competenze, nuove professionalità in grado di dare nuova linfa al made in Italy attraverso qualità, creatività e innovazione.

Riccione Moda Italia, patrocinato dalla Presidenza della Repubblica ogni anno. Un riconoscimento importante in Italia.

Certo, e non solo in Italia. A partire dal 1999, Riccione Moda Italia si è aperta alle suggestioni ed al confronto con il sistema internazionale della creatività. Questo, nell’ottica di fornire ai giovani presenti alla fase finale del Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti, uno spaccato ed una rappresentazione di ciò che avviene nel resto del mondo oltre ad un’idea di come i giovani vengono formati all’ estero. Così RMI ha portato sulla Riviera Romagnola le esperienze delle scuole di Kobe (Giappone), del FIT – Fashion Institute of Technology - di New York, della Northumbria University UK, dell’Institute of Fashion Industry Moscow, del Mittelmoda Fashion Award, della J.A. Zachrissons Gymnasieskola (Svezia), di Teo Yoon dalla Corea. Sono state per i ragazzi, occasioni per conoscersi, creare collegamenti ed avviare contatti per il futuro, ma anche momenti importanti per valorizzare la stessa città di Riccione e la Riviera sul palcoscenico internazionale.

Le più belle sfilate di moda a Riccione, sono ormai un appuntamento fisso organizzato da CNA Federmoda Emilia Romagna. Cos’altro ci aspetta?

I Workshops dedicati ai finalisti rappresentano un momento di formazione altamente qualificato al di fuori dei programmi convenzionali delle scuole e degli Istituti di formazione. Per i ragazzi, si tratta di una straordinaria occasione di avere un contatto diretto con alcuni fra i principali protagonisti del fashion system italiano e con professionisti impegnati quotidianamente a diverso titolo nel settore. L’obiettivo è quello di fornire a giovani di talento, un’opportunità di approccio al mondo del lavoro realizzando una situazione in cui tutto ciò che significa moda o mode, stile o stili secondo le diverse declinazioni dell’essere, trovi un momento di congiunzione.