venerdì 22 novembre 2013

Ernesto Preatoni, Guru del turismo a Sharm, batte TTG, 6 a Zero!

Ernesto Preatoni, Guru del turismo a Sharm : 
"Internet spazzerà via tour operator e adv. Il business corre su strade diverse".
Il turismo viaggia ONLINE!

Dopo l'intervista rilasciata al direttore di TTG Remo Vangelista, scoppiano le proteste ( di nessuno ! )


Mettiamo intanto alcuni puntini sulle i.
La Are Communication è una società di comunicazione e una casa editrice presieduta da Devis Paganelli. Noi che scriviamo questo articolo avremmo tutto l'interesse a far risaltare come il mercato dell'adv sia un mercato utile e florido per gli investitori. Ma si deve sapere anche che, noi che editiamo free press siamo fuori dal segmento editoriale di massa, quello che per essere chiari finisce nelle edicole. Quel mercato è finito da tempo, ha ragione Preatoni. La pubblicità sui giornali, anche quelli nazionali, che pretendono di vendere copie cartacee, è in totale crisi. In quei giornali la pubblicità a nostro parere non serve a nulla dato che ormai nessuno compra i giornali ( a parte qualche rara e nota eccezione ). I nostri free press vengono diffusi gratis, letti nei punti distributivi selezionati, generano milioni di contatti. Quindi dire che l' adv in generale non serve è forse sbagliato, ma parlando in generale, la certezza di Preatoni non è lontana dalla realtà.


Ernesto Preatoni è un imprenditore italiano, fondatore di Domina Vacanze, ritenuto l'inventore di Sharm El Sheikh. Ha decine di strutture di proprietà e in gestione, sparse per il mondo.



Il TTG Italia SPA per chi non lo sapesse ( io l'ho scoperto ora ) fa parte del Gruppo Fiera Rimini. Ha un capitale sociale di €.600.000,00, ha due sedi, una Milano e una a Torino, è presieduta dal Dott. Gian Luigi Piacenti, con amministratore il Dott. Paolo Audino. Questa società ha ovviamente tutto l'interesse a far si che sia i Tour Operator, sia le Agenzie, sia i proprietari di strutture ricettive turistiche, abbiano la certezza che domanda e offerta turistica, possono vivere grazie all'intermediazione di T.O. e Advertising. Il motivo è semplice. TTG Italia SPA organizza la Fiera Internazionale B2B del Turismo da anni. Fonderebbe quindi a quanto pare, i fatturati e i propri utili proprio sulla logica che le strutture per generare profitti, devono concordare accordi con i Tour Operator e che le agenzie devono per ottenere fatturati, concordare accordi con i Tour Operator. Se finisse questa logica, finirebbe il TTG. Chi prenoterebbe più spazi in una fiera espositiva del TTG priva di visitatori?
Sarà per questo forse che l'affermazione “Internet spazzerà via tour operator..” di Ernesto Preatoni ( che a noi sembra più realtà che provocazione ) ha conseguito un commento laconico dell' A.D. di TTG Italia, Paolo Audino sul sito ufficiale della TTG ITALIA SPA
http://www.ttgitalia.com/stories/gooood_morning_vietnam/92537_ne_ho_visti_tanti_di_preatoni/


Sarebbe stato strano se avessimo letto che Audino confermava la tesi di Preatoni. Sarebbe stato come dire : il TTG non serve a nulla e io ne sono l'amministratore delegato. 
A me il commento di Audino ha fatto ridere, diciamo ai livelli di una battuta di Zelig. Un commento degno di un bravo comico di Zelig. Anche se mancano i tempi...

A questo punto la partita sarebbe TTG 0 - PREATONI 1.


La querelle stigmatizzata con critiche nei confronti dell'intevistato Preatoni, proprio dall'intervistatore ( ma come prima lo intervisti poi lo critichi? ), ci ha dato spunto per visitare Sharm e capire chi avesse ragione.
Sia chiaro, il dubbio ci è nato proprio per i soggetti coinvolti. Da una parte c'è un rappresentante del TTG che a mio modestissimo parere dovrebbe proporre le giuste strade nel segmento turistico, per ampliare le domande e le offerte anziché precludere le visioni forse troppo avanti di un interlocutore importante e influente nel mercato di riferimento. Dall'altra uno di quelli che se ce ne fossero di più, sarebbero probabilmente troppi, ma che comunque ha conoscenza e professionalità tale da insegnare secondo me al più bravo dei manager del TTG.  E a dire che io non conosco Preatoni, ma conosco i suoi risultati.

Io ne ho visti tanti come Audino. Ho conosciuto anche tanti spara-sentenze con stipendio fisso, senza rischi imprenditoriali da calcolare, a sparar stupidate su chi da decenni invece crea business, posti di lavoro, utili. Ho conosciuto gente che scrive che altri usano il “VOI”, utilizzando lo stesso “VOI”, per dire “ho conosciuto gente come VOI”. Chi più VOI ha, più ne metta insomma. Gente che trova il tempo per far credere ai propri clienti ( espositori e lettori ) che tutto sta andando a gonfie vele, quando il mercato sta flettendosi verso strade alternative. Gente che comunque vada, non pagherà le conseguenze dei propri errori di valutazione, dato che mal che vada una poltrona altrove qualcuno gliela troverà. 
A questo punto la partita sarebbe TTG 0 - PREATONI 2.

Detto ciò, per fare una giusta informazione, in considerazione che sarò ospite in giuria ad un evento organizzato proprio al Coral Bay, investo qualche ora del mio tempo per capire quanto ci sia di vero in ciò che afferma Preatoni e quanto è solo apparente invidia o strumentalizzazione il parere del TTG su Mr. Sharm. Sia chiaro, io personalmente non amo Sharm nel suo generale contesto, dato che detesto essere bloccato dai commercianti ad ogni angolo della strada. Pubblicai infatti forse un anno fa, un articolo su una struttura indecente ( ma con foto stupende nel sito del tour operator che la proponeva ), la quale, attraverso la propria direzione e dopo il viaggio “rovinato” mi rispondeva, alla mia richiesta di risarcimento, che 7 clienti su 10 erano contenti di quella struttura ( il che vuol dire che 3 non lo erano ). 

Il 2 di novembre, ho prima telefonato a 12 agenzie di viaggio in Italia. Tutte a rispondermi che per Sharm non c'erano voli e che era vietato andare in Egitto. Vietato!
E già qui partiamo male. Uno sconsiglio non è un divieto. Il fatto che non ci siano moltissimi voli non vuol dire che non ne esistano.
Con una delle agenzie ho voluto approfondire. Ho pensato tra me e me che magari, non erano nemmeno colpevoli di malafede e che magari erano convinti di ciò che affermavano. 
Nel caso in questione infatti, ho appurato che chi mi rispondeva era convinto che era vietato andare in Egitto e che non c'erano voli per Sharm.
Non posso dire quante delle 12 agenzie fossero ignoranti e quante in malafede o buonafede, fatto sta che le informazioni rese dalle agenzie in questi 12 casi sono state tutte al 100% scorrette o inesatte.
A Sharm si poteva andare e i voli c'erano. Pochi ma c'erano.
Che poi la Bonino avesse messo uno sconsiglio ( unico paese al mondo ad averlo messo ) per Sharm, è tutto un altro discorso. 
Chi invece si fosse affacciato a internet, avrebbe trovato informazioni corrette. Ciò dimostra che anche in questo caso Preatoni non sbaglia : Internet spazzerà via i T.O.
A questo punto la partita sarebbe TTG 0 - PREATONI 3.

Non potendo contare sulla disponibilità delle agenzie per prenotarmi un viaggio a Sharm, chiamo direttamente alcune strutture in loco e mi cerco da solo un volo con internet.
EasyJet andata e ritorno da Milano Malpensa, 170 euro.
Le strutture a Sharm praticamente vuote. Poche persone e tutte russe, occupano gli hotel e i villaggi.
Se sapessero che gli italiani non partono NON grazie allo sconsiglio ma anche grazie alle agenzie che comunicano che è VIETATO andare a SHARM e che non esistono voli, chissà come la prenderebbero!
Io ho già la camera prenotata. Sono ospite della struttura ma chiamo per fingere una richiesta di informazioni in maniera anonima al Domina Coral Bay e appuro che qui la disponibilità è risicata. Verifico poi, una occupazione al 98% nella settimana 9-16 Novembre.
Come mai? Eppure in Italia non vendono Sharm. Facile, Preatoni lavora con internet. Bravo!
A questo punto la partita sarebbe TTG 0 - PREATONI 4.


Arriva il 9 Novembre. Parto e arrrivo in aeroporto. Arrivano i voli, non ci sono assistenti dei villaggi che ricevono altri ospiti dall'Italia, vedo solo gli assistenti del Coral Bay. Infatti altrove non ci sono praticamente italiani, quasi l'intero volo EasyJet portava turisti al Domina Coral Bay. Arrivo al villaggio. Pieno di italiani. Li intervisto. Alcuni : “In Italia le agenzie nemmeno sapevano che c'erano i voli, ma ci siamo dati da fare autonomamente anche grazie ai suggerimenti di amici che sono stati qui settimana scorsa e si sono divertiti un sacco”, altri di dicono “Noi abbiamo prenotato attraverso internet, ci sono ottime promozioni, in Italia ci avevano detto che era vietato partire e invece siamo qui”.
A questo punto la partita sarebbe TTG 0 - PREATONI 5.


Decido di intervistare il capo di tutte le tribù di beduini nel deserto.
Ci sono rischi qui a Sharm?

Assolutamente no. Noi viviamo di turismo. Se noi concedessimo a qualcuno di creare disordini, metteremmo a rischio la possibilità di ottenere risorse economiche a sostegno del nostro futuro. Siamo noi per primi a controllare che tutto sia sicuro”.

Conosce il Domina Coral Bay?
“Io ringrazio il Sig. Preatoni perché da sempre sostiene il turismo nel nostro territorio. Anche grazie a lui noi riusciamo a creare economia nelle nostre attività”
Ho provato ad intervistare anche alcuni turisti in giro per Naama Bay. 
Domando ad una coppia di giovani fidanzati : Prima volta a Sharm?

“No, seconda. Lo scorso anno siamo stati in agenzia per prenotare. Quest'anno nemmeno volevano farci i preventivi. Abbiamo fatto tutto da soli e ora siamo qui. Alla fine noi abbiamo risparmiato qualcosa, l'agenzia non ha guadagnato nulla, portiamo economica a livello locale e noi ci divertiamo in questo splendido ambiente”.


Domando a tre giovani amici che appuro essere di Roma : Come avete fatto a prenotare a Sharm se in Italia è VIETATO!
“Ma che vietato, non è vietato nulla. Le agenzie non volevano prenotarci il viaggio e noi abbiamo evitato l'agenzia. Abbiamo fatto da soli. Quindi niente soldi per l'agenzia e noi abbiamo speso meno”.




Domando ad una famiglia, mamma, papà e due figli piccoli : Ma come, in vacanza con due figli piccoli in un palese a rischio.

“Sono le 22 lo vede? A quest'ora, se passeggio a Milano in centro con i miei figli, rischio molto di più che passeggiare qui. A mio parere il rischio sta nell'affidarsi a chi strumentalizza. Lo sa che in Italia siamo l'unico paese che ha messo lo sconsiglio per venire qui? Ma le sembra normale?”

Ho intervistato circa 30 passanti a Naama Bay, facendo domande ai soli italiani. A tutti ho chiesto un parere sul Domina Coral Bay e tutti coloro che fermavo conoscevano questa struttura lodandone i pregi. A tutti ho chiesto cosa ne pensasserò del parere del TTG su Preatoni, la risposta univoca è stata “TT che?”.


A questo punto la partita sarebbe TTG 0 - PREATONI 6.

Concludo. A prescindere dalla partita metaforica, per me palesemente vinta da Preatoni, ho voluto solo evidenziare come, i tour operator, le agenzie viaggi, le strutture, debbano ascoltare il parere di uno che ha la vista lunga.
Internet è sempre di più il futuro : Preatoni!
I T.O. che sapranno aggiornarsi con nuove strategie, potranno cavalcare l'onda, gli altri finiranno.
Nel caso in particolare, NON vendere Sharm o più precisamente il Coral Bay per invidia, per rivincita, per dispetto, è controproducente, dato che il turista poi prenoterà direttamente e in tasca alle agenzie non finirà nulla. Inviando gente in strutture inadeguate, per una singola agenzia è ancor più controproducente, perchè il successivo anno, quel cliente prenoterà direttamente nella struttura migliore del posto e riterrà quell'agenzia iniziale, poco affidabile.



Personalmente se anziché mandarmi in una struttura indecente, lo scorso anno, l'agenzia mi avesse mandato in quella che ritengo la migliore struttura di Sharm ( per me il Coral Bay ) quest'anno quell'agenzia mi avrebbe rivisto come cliente. E sicuramente, per la conseguente legge di domanda e offerta con grandi numeri, sarebbe stato più conveniente prenotare attraverso quell'agenzia che sicuramente avrebbe avuto più sconto di me e quindi una migliore proposta da farmi valutare, evitando una mia prenotazione diretta.




L'irragionevole modus operandi del piccolo imprenditore però, è spesso vittima del discutibile modus operandi del proprio organo rappresentativo, che spara per quel che mi riguarda, evidenti stupidaggini solo perché vede a rischio forse il proprio futuro.

Un Preatoni senza TTG vive senza problemi. 
Un TTG senza i tanti o pochi Preatoni, si dirada come nebbia al vento.


Preatoni 6 - TTG 0
Partita chiusa. Partita facile. Senza nemmeno recuperi o rigori.

A Preatoni del resto, piace vincere facile!

Devis Paganelli
Presidente Are Communication