giovedì 26 febbraio 2015

Febbre da Saldi: Bilanci e riflessioni di una shopaholic incallita

a cura di Alessia Cipolla - Fashion Blogger

Saldi saldi saldi. Forse è il momento di farlo davvero questo bilancio. Ora che la normalità è tornata e i portafogli sono ben custoditi nelle nostre tasche, è il momento di parlare di quella irrefrenabile febbre che ti prende in determinati periodi dell’anno e ti spinge a desiderare e comprare più di quanto forse vorresti. Per quanto mi riguarda, ammetto di aver esagerato un po’ svaligiando tutti gli outlet della zona, senza contare che quando si prende un certo ritmo, tornare a guardare le vetrine con il senso di colpa di chi vorrebbe ma non può, non è affatto una passeggiata. D’altronde resistere è piuttosto arduo quando vedi i tuoi capi preferiti a metà prezzo. Sarei davvero curiosa di sapere cosa scatta nella testa di noi donne quando girovagando da un negozio all’altro ci accorgiamo di volere tutto, di non poter fare a meno di niente. A volte mi sento davvero come quelle gazze ladre che quando vedono certi luccichii non possono fare a meno di cedervi senza ritegno. Dite che è grave? Sicuramente dispendioso, ecco, dispendioso si. Analizzando il problema, mi rendo conto che la parte peggiore è però un'altra. Perché ci sono saldi e saldi, ovvio. Prendete per esempio quelli online. Lì si che è la fine. Pensate la comodità di poter ordinare tutto con un click, di non avere dietro mariti o fidanzati petulanti che ad ogni negozio, stile via crucis, iniziano a brontolare frasi contro di voi e tutti questi maledetti saldi, ma quando finiranno mai! Immaginate la dolce sensazione di sentir suonare alla porta un corriere con un bel regalo che aspetta solo di essere spacchettato, senza il minimo sforzo e con il massimo rendimento. Che sogno che è il web, nonostante le sue tante insidie. Molte ragazze per esempio mi scrivono chiedendomi se acquistare su internet sia sicuro o sia meglio rivolgersi ai vecchi cari acquisti negli shop tradizionali.
Ovviamente anche volendo non esiste una risposta univoca a riguardo, poiché internet offre una vastità e una convenienza che dal vivo sarebbe impossibile rintracciare. Soprattutto per noi blogger, impegnate a recepire tendenze da ogni dove, con conseguente inadeguatezza dei mezzi “reali” messi a disposizione dal mercato italiano, dove ancora determinati trend non sono poi così alla moda. D’altra parte bisogna selezionare bene gli e-commerce su cui acquistare, stare attenti alle taglie, ai vari termini di restituzione o di pagamento. Il comfort della rete sta nell’avere tutto a portata di mano e personalmente non potrei mai rinunciare a tutto questo. Vuoi viaggiare?ed ecco milioni e milioni di siti di compagnie ferroviarie, aeree pronte a portarti negli angoli più remoti della terra a pezzi stracciati Ti servono sconti? Ci sono già. E se ne voglio ancora? ci sono gli appositi siti. Sono così tante le occasioni, così tanti i desideri che la possibilità di poterli soddisfare tutti con così poca fatica è davvero una delle migliori scoperte del nostro tempo. Per quante passioni si abbiano, niente appare impossibile agli occhi del web. Ma dove ci porterà tutto questo? Forse sarebbe il caso di riflettere un attimo su questo. O guarire diventerà impossibile.