Salerno e il Turismo Archeologico - Slide Free Press

Slide Free Press

#1 Free Press Network Magazine

martedì 4 gennaio 2011

Salerno e il Turismo Archeologico

Salerno e il Turismo  Archeologico
Arrivati alla XIIIa Edizione della Borsa Mediterranea
di Giancarlo Presutto  -  Slide Salerno

Per il tredicesimo anno successivo ,nel mese di Novembre, si è tenuto a Paestum l’evento unico e più importante al mondo che promuove siti e destinazioni archeologiche creando integrazione tra diverse culture.
Parlo della -XIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico 2010 - evento internazionale unico nel suo genere, vetrina del Patrimonio Archeologico Mondiale . Non a caso il tutto si organizza a Paestum antica Città della Magna Grecia sacra sede dei tre meravigliosi Templi di Hera, Nettuno e Athena, visitati ogni anno da milioni di turisti provenienti da tutto il globo. Paestum la troviamo a sud di Salerno nella Piana del Sele, famosa terra delle mozzarelle di bufala, e verso il Cilento dove possiamo trovare il Parco Nazionale ed i luoghi di mare più suggestivi come Agropoli, Castellabate “famosa per il film Benvenuti al Sud”, Montecorice- Agnone e Capitello, Pollica, Accaroli, Pioppi, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Palinuro, Vibonati – Villa a Mare e Sapri. Tutte Bandiere Blu. Quale Direttore di “Slide – Salerno” posso testimoniare la qualità dell’evento, ho sempre visitato la manifestazione, anche negli anni scorsi e l’unica certezza è data dal fatto che l’evento è cresciuto con il passare del tempo. Come sempre migliaia sono stati i partecipanti, duecento espositori in rappresentanza di 30 Paesi esteri, 90 buyers esteri, 280 relatori, 300 operatori dell’offerta. 200 Giornalisti accreditati e 35 conferenze. L’evento ideato da Ugo Picarelli è promosso dalla Provincia di Salerno e dalla Regione Campania, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dell’ ICCROM, Centro Internazionale di Studi per la Conservazione ed il Restauro dei Beni Culturali, dell’Organizzazione Mondiale del Turismo e dell’Unesco in collaborazione con L’Ente Nazionale per il Turismo, Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino e Caserta, del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, dalla Camera di Commercio di Salerno e dalla Cambogia. Quest’anno e per la prima volta si è tenuta, all’interno della Manifestazione, la mostra internazionale di tecnologie interattive e virtuali. Il Programma della Borsa si è articolato in dieci sezioni speciali. Archeofilm con filmati e documentari volti a svelare i misteri delle civiltà del passato. Archeoincontri con conferenze stampa e presentazione di progetti, iniziative culturali e editoriali multimediali. Archeolavoro con l’orientamento post diploma e post Laurea. Archeovirtual mostra focalizzata sulle più recenti sperimentazioni di realtà virtuale, computer grafica, robotica applicate al turismo culturale e all’archeologia. Conferenze sul tema dell’approfondimento delle tematiche legate alla promozione del prodotto turistico culturale e alla conservazione, valorizzazione, gestione e fruizione del patrimonio culturale. Laboratori di Archeologia Sperimentale per la ricostruzione della cultura antropologica e materiale dell’antichità. Premio Antonella Fiammenghi il premio per gli studenti universitari che svolgono la tesi di Laurea sul Turismo Archeologico. Premio Paestum Archeologia assegnato a quanti contribuiscono, con il proprio impegno nell’archeologia, alla cooperazione mediterranea e alla promozione del patrimonio culturale. Tra coloro che hanno ricevuto il Premio troviamo il Principe di Monaco Alberto II ed il Segretario Generale del Consiglio Supremo delle Antichità dell’Egitto Zahi Hawass. Visite Guidate a CURA della Soprintendenza Archeologica di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta e del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.