Come conquistare la felicità di coppia in un solo week end! - Slide Free Press

Slide Free Press

#1 Free Press Network Magazine

venerdì 24 gennaio 2014

Come conquistare la felicità di coppia in un solo week end!

Come conquistare la felicità di coppia in un solo week end!
a cura di Stefano Love Coach - www.stefanolovecoach.it

Nella vita ci sono giorni pieni di vento e pieni di rabbia, ci sono giorni pieni di pioggia e pieni di dolore, ci sono giorni pieni di lacrime; ma poi ci sono giorni pieni d'amore che ci danno il coraggio di andare avanti per tutti gli altri giorni.”
(Romano Battaglia, Notte infinita, 1989)


Come ti ho promesso all'inizio ti servirà solamente un week end per cambiare radicalmente la tua vita sentimentale. In questi semplici tre giorni riuscirai ad elevare il tuo rapporto. E' una promessa. A patto che tu faccia esattamente cosa ti dirò di fare, che tu segua lo schema che ti illustrerò.
Se farai tutto questo, se avrai la costanza di non mollare, di non relegare questo libro nel cassetto delle occasioni mancate, allora cambierai veramente la tua relazione.
In questo momento sarai curioso di sapere cosa ti chiederò di fare per i prossimi giorni. Bene, inizialmente voglio dirti che ho sperimentato questo percorso e la rivelazione è stata che un week end è assolutamente sufficiente per iniziare il tuo processo di trasformazione.
In ognuno di questi giorni dovrai confezionare delle azioni, che porteranno te ed il tuo partner ad incontrarvi, a scontrarvi, ad amarvi di più, e ad odiarvi altrettanto. Questa altalena di stati emotivi farà venire a galla il malumore che regna sommerso nel rapporto. Farà emergere i punti deboli e radicherà i punti di forza. Prenderete coscienza di cosa vi ha fatto innamorare l'uno dell'altra e che cosa vi sta facendo allontanare.

Riflessione:
Tieniti acconto le persone che vogliono esserci nella tua vita, tieniti accanto chi ti ama, chi ritorna e chi ti urla “addio”, ma poco dopo te lo ritrovi sotto casa.
Tieniti stretto chi ti dice “riproviamoci” e non chi ti dice “ormai è troppo tardi”, perché non è mai troppo tardi se ami o vuoi bene a qualcuno.
Tieniti accanto chi ti ama e te lo dimostra ogni giorno, seppur con mille litigi, mille addii, con mille incomprensioni. È sempre stato così, chi ti ama resta, chi ti ama ritorna, chi ti ama c'è, c'è sempre, anche quando lo tratti male, c'è.”
Il primo giorno sarà legato all'organizzazione dell'opportunità. Organizzazione di idee e organizzazione logistica. Nel primo giorno non potrai esimerti dal lavorare su te stessa o te stesso. Un viaggio introspettivo alla ricerca di immagini potenzianti. Immagini che ti aiuteranno a capire come affrontare i due giorni successivi, e su cosa iniziare concretamente a fare. È il punto di partenza, e come dice il proverbio: “Chi ben comincia è a metà dell'opera.”
Questa affermazione ben si presta a questa occasione. Nei successivi capitoli andremo nel dettaglio di cosa devi iniziare a fare, passo dopo passo.
Il secondo giorno sarà il fulcro del percorso, sarà mentalmente e fisicamente il giorno più pesante. Il più dispendioso in termini di energie mentali e fisiche. Non spaventarti. Ma ricordati, non c'è obiettivo possibile da raggiungere senza compiere sforzi importanti. Ma lo vedremo nel capitolo dedicato interamente a cosa fare nel secondo giorno.
Il terzo giorno sarà l'arrivo. Sarai soddisfatto, avrai la coscienza pulita per aver fatto tutto quello che era nelle tue possibilità. Saprai finalmente cosa fare. Ti guarderai indietro e rivivrai il tuo percorso. Il vostro percorso. Adesso ti concentrerai sulla tua quotidianità affettiva. Adesso sarai felice. Adesso avrai capito e preso le informazioni che ti servivano. Adesso sarai finalmente libero di guidare il timone della tua relazione. Avrai nuove consapevolezze, nuovi presupposti e nuovi propositi. Che non saranno più solo i tuoi, ma saranno i vostri nuovi propositi. Perché siete una coppia. Perché la tua felicità passa dalla felicità del tuo partner e viceversa. Perché adesso siete persone diverse. Una nuova donna. Un nuovo uomo. Nuovi amanti.
Non sarete immuni dal dover superare tanti ostacoli. Non sarete immuni dal dover affrontare sfide interiori e prese di coscienza che vi faranno dubitare su tutto.
Mettere in discussione il passato, rinnegare il presente, rinunciare al futuro.
Non sarà semplice, ricordi? Sarà difficile superare l'apatia che ti porti dietro, sarà difficile restare motivata o motivato, e applicare per tutti e tre i giorni ciò che ti dirò di fare. La parte demotivante che risiede dentro di te ti boicotterà.
Ti farà dire ma che cavolo sto facendo?
Ma come cavolo posso realmente pensare di poterci riuscire? Ma come faccio a convincere il mio lui o la mia lei?
Mi prenderanno per una stupida o stupido, credulona o credulone, una persona che pensa che basti leggere un libro per riavere la felicità. Sono tutte boicottaggi interiori, è una difesa che la tua mente prende per la pigrizia di cambiare uno stato mentale di comodità. La tua mente si sta auto limitando perché cerca la strada meno complicata e dispendiosa da percorrere. Dovrai remare contro di te, e poi contro i giudizi di chi ti è vicino. Sii più forte, e ricorda che per ottenere risultati che no hai mai ottenuto devi essere disposto a fare cose che non hai mai fatto.
Come potrai superare questi ostacoli?
Quando svegliandoti la mattina e guardandoti allo specchio ti ripeti che tanto non servirà a nulla?
Invece è proprio in quel momento che dovrai affrontare la realtà, è in quel momento che dovrai superare il primo scoglio. Dovrai cercarti di auto motivarti.
La forza e le motivazioni che ti spingono ad evolverti per cambiare si trovano dentro di te, e con la giusta dose di fiducia e ottimismo e con delle piccole strategie che ti insegnerò sarà addirittura divertente.
Sempre quella famosa mattina quando ti sveglierai e guardandoti allo specchio troverai un sacco di scuse per non agire, pensa di essere la persona che vorresti essere realmente.
Imparando a trasferire se stessi dentro l'immagine di qualcun altro aiuta a pensare ed agire come farebbe la persona immaginata. Imparare quindi a recitare un ruolo ti aiuterà concretamente ad allenare la tua mente ad un nuovo approccio. Questa e una strategia tanto semplice quanto funzionale. I risultati non tenderanno ad arrivare.
Oppure studiati e programmati una sequenza di gesti per evitare l'immobilismo. È quello che fanno molte persone, dagli sportivi professionisti ai manager più stimati. Crearsi dei rituali personalizzati per ritrovare l'auto motivazione ed abbattere così lo stato di immobilismo che si crea davanti a degli ostacoli che sembrerebbero insormontabili.
Se invece dovessero essere le parole a demotivarti, se dovessero essere i giudizi di persone più o meno vicine a te, allora ti dico con totale franchezza che è arrivato il momento di valutare attentamente l'importanza che devono avere quelle stesse persone nella tua vita.
Dagli un numero. Un valore. Quanto vuoi che incidano da 1 a 10 le persone che credono di poterti giudicare, di poterti dire come gestire la tua vita sentimentale?
Pensaci e vedrai che alla fine attribuirai loro un valore talmente basso da sorridere alle loro considerazioni.
Attenzione però, non ti sto dicendo che devi cancellarle dalla tua vita, né tantomeno che sono in mala fede con te e vorrebbero il tuo male. Assolutamente no. Ti sto dicendo che probabilmente loro non hanno gli strumenti per poter capire quale percorso hai deciso di intraprendere. Ti accompagneranno per il resto della tua vita, va bene, ma per questa parentesi ti prego di lasciarle fuori. Per il tuo bene. Per la tua felicità.
Come vedi hai a disposizione molti strumenti per contrastare le limitazioni nelle quali la tua mente potrebbe incappucciarti.
Chiediti se te lo meriti. Convinciti che ne sei capace. Adesso puoi. Ora.


(segue sul prossimo numero di Slide)