La verità e i segreti sul Coronavirus COVID19? - Slide Free Press

Slide Free Press

#1 Free Press Network Magazine

martedì 14 aprile 2020

La verità e i segreti sul Coronavirus COVID19?



MORIREMO TUTTI! 
Di fame o di COVID19?
In entrambe i casi, quanto avrà contato la p
olitica?
di Devis Paganelli



Verità? Non sappiamo se quello che scriverò sia verità. Segreti? Non sappiamo se questi che seguono siano o meno segreti. Ciò che è evidente è che molti non sono a conoscenza di informazioni fondamentali.
Ho deciso, con la grande mole di informazioni che ho letto, con tutto e il contrario di tutto, con obblighi, divieti, autorizzazioni revocate, commissari che dicono una cosa con ministri che contraddicono i commissari, governatori che informano su questioni che poi l'Organizzazione Mondiale per la Sanità smentiscono, sono solo alcune delle questioni che mi hanno portato a scrivere quanto segue.
Il Covid19 è un virus potente e molto virale, che cambia e si modifica, per "difendersi" come accade esattamente per noi che vogliamo difenderci da lui. Ce ne stanno raccontando ogni giorno una diversa, ma i numeri sono numeri e se la matematica non è una favola, allora stanno portando alla morte economica 50 milioni di persone, per salvarne poche decine di migliaia (facendone morire tranquillamente 600.000 all'anno per cancro).
Perché?

MORIREMO TUTTI O CAMBIEREMO VITA
Non è un complotto sia chiaro. Non è la verità assoluta. Ma è forse una pessima e mal congegnata favola che ora ti racconterò male, in maniera antipatica, forse folle e poco credibile in apparenza. Ma tutto sta accadendo proprio come ti sto per evidenziare nella speranza che qualcuno possa prima o poi possa dirmi che sbaglio o che sbagliavo e che magari presto torneremo tutti per strada a ridere e scherzare come una volta.

NON SARA' NULLA COME PRIMA
C'è una tesi su quanto in realtà stia accadendo e che ci stanno comunque comunicando a piccole dosi per non generare il terrore e psicosi. Se ci avessero detto da un giorno all'altro che avremmo dovuto vivere e/o convivere per mesi o forse anni con quarantene e virus avrebbero generato un allarme mondiale che avrebbe portato suicidi di massa, psicosi collettive, rivolte.

LO SAPEVANO DA TEMPO
Persone molto influenti hanno comunque da tempo, esternato la propria posizione in merito ma sono informazioni che i telegiornali ovviamente tendono a non diffondere.
Cosa accadrà? Ormai sembra quasi certo. Ora ti spiego quella che appunto è una tesi che sempre di più prende forma giorno dopo giorno.
Tesi in parte condivisa come ti dicevo, con alcune personalità autorevoli, incluso Bill Gates uno degli uomini più ricchi al mondo, noto per aver fondato Microsoft e per aver ideato e progettato Windows.
Lui sostiene una fondazione che studia i virus lo sapevi? Si chiama Bill and Melinda Gates Foundation e proprio in questo momento sta lavorando al vaccino per il Covid19 come tante altre entità che ci stanno provando.

PASSERANNO MESI FORSE ANNI
Ora ti racconto quanto tempo starai ancora a casa in quarantena secondo questi scenari e perchè dovrai cambiare stile di vita, lavoro e forse anche i rapporti con le persone che conosci. E se sei una persona abituata a frequentare discoteche, cinema, teatri, stadi e/o luoghi affollati, anche se questo è l'ultimo dei problemi, dovrai imparare a farne a meno per lungo tempo.

BRUTTE NOTIZIE
Inizio subito con il darti una brutta notizia : A mio parere avremo a che fare con il Covid19 e con le restrizioni ancora per mesi. Forse addirittura un anno e non solo, ci saranno altri virus che ci cambieranno la vita. Ora ti spiego come e perché.

IL VIRUS E' FORTE
Il virus Covid19, non sarà combattuto con la quarantena, in quanto, risulta essere, a quanto si apprende dalle notizie, in grado di replicarsi e di rimanere nell'aria, per molte, molte settimane, ed è in grado di resistere mesi negli asintomatici, che però possono comunque contagiare altri che magari, con difese immunitarie basse, possono morire.

L'ARMA PER VINCERE ORA NON C'E'
L'unica maniera, che avremo per vincere il Covid19, è il vaccino, che però ora non c'è. Fino a quando non avremo il vaccino, non arriveremo mai alla fase 4 dell'emergenza, quindi tornando alla normalità. Alterneremo purtroppo la fase 1 con la fase 2, per un periodo, ad oggi non ipotizzabile ancora. Ti spiego ora, le fasi ipotetiche che forse non conosci.
Fase 1 è quella del lockdown. Quella attuale in quarantena totale.
Fase 2 è quella con una parte di persone che potrà uscire, alcune attività riaprono a d orari precisi. Non si può stare in gruppi di più di 2 o 4 persone.
Fase 3 è la fase dove una parte di persone potrà uscire, e si allarga il tipo di aziende che possono riaprire
Fase 4 è la fase dove tutti possono uscire, tutte le aziende riaprono, riaprono discoteche, teatri, cinema e luoghi di assembramento. Le mascherine e i guanti saranno, comunque consigliati e suggeriti per sempre nel tuo futuro, e nella vita di tutti.

UNA NUOVA VITA
La nostra vita sarà cambiata, ed è indispensabile pensare a nuovi modelli di business da svolgere, a casa o comunque in isolamento. La popolazione replicherà povertà. La metà delle aziende chiuderà.

UN VACCINO CON FUTURO INCERTO
Non solo, il vaccino, quando arriverà, sarà di massa, e diffuso troppo presto, rispetto alle tempistiche solite, che si impongono a medicine e vaccini, pertanto non conosceremo eventuali effetti collaterali, a medio e lungo termine. Questo, a meno che, fortuna vorrà, non venga utilizzato un farmaco già esistente, e lungamente testato per altre malattie, e che si sarà appurato, funzionare anche per il Covid19.

L'OMS CHE CAMBIA IDEA OGNI 2 GIORNI
L'Organizzazione mondiale della sanità, sa bene che sarà così anche se personalmente oggi, la credibilità di questa entità è messa a dura prova. L'Organizzazione mondiale sta prendendo tempo, cambiando di settimana in settimana la propria posizione sul Covid19.
non è pandemia, è pandemia.
non servono le mascherine, servono le mascherine.
i tamponi sono spesso falsi negativi, i tamponi sono affidabili.
il virus non rimane nell'aria, il virus rimane nell'aria.
il virus non si attacca alle superfici, il virus rimane sulle superfici
il virus non si contagia agli animali, il virus si contagia anche agli animali
....e cosi via.
Questa mancanza di preparazione e competenza ha reso O.M.S. priva di credibilità.

COME USCIRE DALLA SITUAZIONE
Come tutti i virus pandemici, le strade per superarli sono SOLO 3 :
Morirne.. Vaccinarsi..Contagiare tutto il popolo
Il popolo si rende autoimmune contagiandosi e superando il virus come accade per tutte le influenze. Nell'ultima ipotesi, una parte, pari a circa il 3% dei malati gravi o con situazioni pregresse, in base alle informazioni che vengono diffuse, muore. Come accade per altro per i tanti virus influenzali ogni anno, anche se molti non ne sono informati e non se ne accorgono.

IL CANCRO
Il cancro fa 15.000 morti al mese in Italia, grazie alle sigarette legalizzate dallo Stato e oltretutto fonte di reddito per le casse italiane (1 miliardo e mezzo di euro all'anno).
Il Coronavirus19 ha fatto 20.000 decessi in due mesi (in questi due mesi sono morte 30.000 persone per cancro e nessuno ne ha parlato).
In questo periodo di quarantena, se vuoi andare a trovare tua sorella a 1 km da casa, questo non è consentito anzi è vietato per decreto. Se vuoi andare a comprare le sigarette, questo è consentito (15.000 morti di cancro al mese, in base ai dati 2016 che nel frattempo pare siano aumentati notevolmente)
Incredibile vero?
E sia chiaro, questa restrizione è solo in Italia. In tutto il mondo vige quarantena ma le nostre restrizioni sono veramente esclusive e dettate da decreti del nostro governo, che come sappiamo ha cambia le certificazioni di giorno in giorno.

SISTEMA SANITARIO NON PREPARATO
Tornando al Covid19, il problema della terza opzione e cioè la soluzione del contagio di massa per renderci autoimmuni, questa metterebbe in difficoltà il Sistema Sanitario Nazionale, attualmente non pronto ne organizzato per far fronte a respiratori e posti letto, per una così grande potenziale quantità di malati, in un periodo così concentrato.
Ecco perché siamo in quarantena.

PING PONG
Appena avranno gestito, le emergenze di questo periodo, daranno il via alla fase 2, riapriranno le strette, per un periodo di due mesi, per poi ritornare alla fase 1, così da gestire nuovamente, il nuovo flusso di contagi, senza intasare ospedali. Di nuovo tutti a casa.
Questo ping pong, da fase 1 a fase 2 e viceversa, si alternerà fino all'arrivo di un vaccino di massa, o in alternativa nel frattempo, dell'immunizzazione di massa, che avverrà negli spazi tra fase 1, e fase 2.

SALVARNE 1 PER FARNE MORIRE 100.000
Se la logica è che il Covid19 uccide il 3% dei malati gravi con patologie pregresse (non è la norma ma è quanto si apprende), il ragionamento che consegue è che, se su 110.000 contagiati su 60 milioni di persone, sono deceduti in 19.000, significa che la percentuale di morte è del 10% sui contagiati (ricordate che oltre tutto ci raccontavano il fatto che i decessi erano del 3% dei contagiati, anche qui raccontando favole).
Ragioniamo sui numeri :
Siamo 60 milioni di italiani
Risulta che su 300.000 tamponi, in 100.000 siano positivi (teniamoli per buoni anche se il grado di affidabilità del test è poco coerente per falsi negativi e falsi positivi).
Ciò significa che potenzialmente (è una statistica molto approssimativa e forse lontana dalla realtà) potremmo essere già positivi o esserlo stati (come accade per la maggior parte delle influenze) anche intorno ai 15 milioni di italiani (come qualcuno ha già ipotizzato).
Su 15 milioni di italiani, oggi abbiamo comunque un totale di 19.000 decessi probabilmente anche grazie al contenimento.
Questo dato ci dice due cose :
1- Su 15 milioni di contagiati = 19.000 decessi (percentuale pari all'1,5% di decessi sui positivi).
2- Se anche, paradossalmente si fosse contagiata l'intera popolazione, ad oggi avremmo sempre ipoteticamente e con stima molto fantasiosa, un totale decessi di 80.000 persone.
Tutto quanto sopra ventilato, ci dice che, con un totale di contagio nazionale, le morti stimate potrebbero essere di 80.000, su tutta la popolazione italiana qualora il virus si fosse diffuso senza restrizioni.

Ricordiamo che le morti annuali per cancro sono di 170.000 vero?
Che le sigarette sono del Monopolio dello Stato (le sigarette i tabaccai le comprano dal Monopolio che ottiene un vantaggio economico di circa 4 euro su un pacchetto che ne costa 5). Oggi, per salvare 80.000 persone (quando ne muoiono 176.000 l'anno per cancro legittimato dallo Stato), sono state messe in campo strategie che impoveriscono e faranno morire di fame milioni di persone.

Ad oggi, la statistica dice che con buone probabilità non moriremo di COVID19.
Ma statisticamente se continua così, è molto più facile che si muova di fame.
La gente è stanca, di destra, di sinistra, alti, bassi, magri, grassi.

Chiunque si è accorto che si respira sempre di più, l'odore della rivolta.